Quanto costeranno gas e luce nel nell'ultimo trimestre del 2019?

di altrabolletta

25 settembre 2019

142

Visto il buon esito della nostra prima prova di previsione dell’aggiornamento dei prezzi trimestrali, abbiamo deciso di riprovarci e farla diventare una rubrica fissa del nostro blog.

Con l’aggiornamento del 25 giugno 2019, l’ARERA ha stabilito un aumento dell’1,9% per la luce, mentre il gas è diminuito di quasi il 7%. Entrambe le variazioni sono state dovute soprattutto all’andamento dei prezzi all’ingrosso internazionali e nazionali, oltre che agli effetti stagionali estivi che tradizionalmente vedono un aumento della domanda per l’energia e una diminuzione del gas.

Purtroppo nel trimestre che sta per arrivare la stagionalità è tutta a svantaggio dei consumatori, in quanto l’aumento dei consumi del gas per il riscaldamento si ripercuote anche sui prezzi dell’energia, che in Italia è prodotta bruciando gas naturale per una quota di circa il 40%.

Come se non bastasse, i recenti attacchi terroristici in Arabia Saudita hanno contribuito ad aumentare le tensioni sui mercati internazionali dei combustibili, facendo salire il prezzo del petrolio e di conseguenza anche quelli delle altre materie prime energetiche.

Proviamo allora a prevedere quali saranno i prezzi di luce e gas in vigore dal prossimo Ottobre per i clienti in maggior tutela. Nell’articolo precedente puoi trovare i dettagli su come si formano i prezzi di luce e gas, per cui stavolta andiamo subito al dunque. Come sempre puoi andare subito a sbirciare i risultati della nostra previsione, anche se pensiamo possa essere interessante capirne i motivi.

Prima di tutto, ti ricordiamo che la nostra previsione riguarda solamente il prezzo della cosiddetta materia energia, ovvero quella che rappresenta i costi di approvvigionamento. Tutte le numerose altre voci che compongono la bolletta invece dipendono più da scelte politiche che di mercato, per cui la previsione non si può basare su dati oggettivi ma richiede piuttosto capacità divinatorie.

Quanto pagheremo l’energia elettrica da Ottobre 2019?

Per quanto riguarda l’energia elettrica, i prezzi all’ingrosso hanno avuto di recente un’impennata, con un rialzo fino al 10% nell’ultima settimana. Questo è dovuto soprattutto a recenti nuovi problemi alla generazione nucleare in Francia e agli attacchi in Arabia, ma fortunatamente negli ultimi giorni la situazione si è normalizzata e il prezzo ha dimezzato il precedente rialzo chiudendo le contrattazioni di oggi a circa 60 €/MWh.

Il trimestre in corso dovrebbe invece concludersi con un prezzo PUN intorno a 51 €/MWh. Al precedente aggiornamento tariffario era stimato più alto di circa il 4-5%, per cui questo risparmio di costo potrebbe essere almeno in parte recuperato con questo aggiornamento tariffario.

Per questi motivi ci aspettiamo che l’elemento PE abbia un incremento intorno al 5%, posizionandosi in una forchetta tra 6,15 e 6,2 cent€/kWh. Questo significa che per una famiglia tipo la bolletta totale subirà un incremento del 2,7%, pagando poco meno di 10 € in più in un anno.

Quanto costerà il gas naturale nel quarto trimestre 2019?

Come spiegato nel dettaglio nell’articolo dello scorso trimestre, il costo del gas nel mercato di tutela si basa sulla media dei prezzi all’ingrosso nel corso del secondo mese precedente al trimestre di competenza. Ovvero l’indice che definisce quanto pagheremo il gas da Ottobre a Dicembre è pari alla media dei prezzi rilevata nel corso del mese di Agosto.

Questo fortunatamente ci mette al riparo dai recenti shock in Arabia, che sono avvenuti a Settembre quando ormai l’indice era ormai definito.

In particolare, si sono sovrapposti due effetti tra loro contrastanti. Da un lato, i prezzi da metà Luglio fino a inizio Settembre sono stati in calo costante, il che è un bene per te che consumi il gas. D’altro canto sta per iniziare l’inverno, e quindi la stagionalità questa volta ti gioca contro in quanto, con l’avvio della stagione fredda, iniziano i consumi di gas per il riscaldamento e di conseguenza i prezzi tendono ad aumentare.

Questi due effetti combinati tra loro hanno portato a una media dell’indice PFOR di poco inferiore a 16 €/MWh, pari a circa 17 c€/Smc. Nel trimestre che si sta per concludere l’indice è stato di 14,8 c€/Smc, il che vuol dire che tra un paio di settimane saremo destinati a pagare il gas quasi il 15% in più. Considerato che questo rappresenta comunque solo una parte dei costi della bolletta, se le altre componenti non avranno variazioni significative si traduce, per una famiglia tipo, in un aumento del 4,2% complessivo, che corrispondono a quasi 40 € in più in un anno.

Quali sono i prezzi di luce e gas in tutela da Ottobre 2019

Aggiornamento del 25 settembre 2019 alle 10:23

Ieri l’Autorità per l’Energia ha pubblicato l’aggiornamento ufficiale dei prezzi di tutela per il quarto trimestre 2019, che riepiloghiamo insieme alle nostre previsioni:

CommodityPrevisione altrabolletta.itConsuntivo ARERAScostamento
Energia elettrica+ 2,7%+ 2,6%+ 0,1%
Gas naturale+ 4,2%+ 3,9%+ 0,3%

Per quanto riguarda l’energia elettrica, la spesa per la famiglia tipo aumenta del 2,6%, lo 0,1% in meno rispetto alla nostra previsione. L’elemento PE, che stimavamo in aumento del 5% circa, è tuttavia aumentato di quasi il doppio, arrivando a 6,4 cent€/kWh mentre noi stimavamo un valore massimo di 6,2 cent€/kWh. La differenza è dovuta al recupero della sovrastima del precedente aumento tariffario, che invece di essere integralmente recuperata nel trimestre che sta per iniziare verrà ripartita in sei mesi. Questo errore è poi stato compensato dalla diminuzione degli oneri di sistema, per cui la nostra previsione alla fine è risultata quasi perfetta.

Per il gas invece la spesa media aumenta del 3,9%, dovuti quasi totalmente ai costi per la materia prima. L’incremento effettivo dell’indice PFOR è in linea con la nostra previsione, essendo aumentato del 14,8%. Sul totale della bolletta abbiamo stimato un aumento percentuale leggermente più elevato del reale, a causa di approssimazioni a livello di costi fiscali e di trasporto.