I consumi possono essere fatturati secondo due modalità:
– consumi rilevati: sono dati dalla differenza tra quanto indicato dal tuo contatore al momento dell’ultima lettura (o autolettura) e i consumi al momento della precedente lettura (o autolettura).
– consumi stimati: sono i consumi calcolati in base ai dati storici utilizzati per il calcolo della bolletta in assenza di autoletture o letture rilevate.
Nella bolletta deve sempre essere esplicitato se è stata calcolata nell’uno o nell’altro modo. Le bollette fatturate secondo i consumi stimati dovranno poi essere conguagliate per fornire al Cliente la garanzia di pagare effettivamente quanto consumato.