Il servizio di comparazione viene svolto gratuitamente da altrabolletta.it nelle funzionalità di base. Queste sono più che sufficienti per effettuare la tua scelta in modo semplice e consapevole. Per usufruire di alcune funzionalità avanzate, potrà esserti richiesto un piccolo contributo.

Dove prendiamo i dati

Per offrire una comparazione il più completa possibile, reperiamo i dati delle offerte che confrontiamo dai siti internet dei vari fornitori. Effettuiamo questa attività in completa autonomia e in assenza di conflitti di interesse. Sulla base di questa documentazione contrattuale, standardizziamo le informazioni per inserirle nel nostro database.

Il fornitore stesso può comunicarci le sue offerte per velocizzarne l’inserimento nella comparazione. Tuttavia il nostro staff verifica scrupolosamente la correttezza dei dati comunicati con la documentazione contrattuale disponibile sul sito internet del fornitore.

Come stimiamo i consumi

Il consumo di luce o gas è un input fondamentale per una corretta comparazione. Utilizzare un consumo sbagliato può influenzare notevolmente il risultato e farti scegliere un’offerta meno conveniente. Per questo motivo, è sempre meglio fare un piccolo sforzo e cercare nella bolletta il proprio consumo annuo effettivo.

Nel caso non si riesca a trovare questo dato, si può utilizzare il nostro consumo standard. Questo è calcolato sulla base dei componenti del nucleo famigliare, sulla base dei consumi medi pubblicati dall’AEEGSI. Questi sono quindi incrociati con le statistiche ISTAT sulla composizione delle famiglie italiane per stimare un valore coerente. Per maggiori dettagli e verificare i nostri calcoli, puoi scaricare tutti i dati e le elaborazioni dal link di seguito:

download-excel-consumi-domestici-per-comparazione

Qual è il nostro algoritmo di comparazione

Sulla base del consumo annuo, calcoliamo il costo atteso escluse le imposte applicando i corrispettivi previsti dall’offerta. Per i corrispettivi determinati dall’AEEGSI o da altri soggetti istituzionali, utilizziamo l’ultimo valore disponibile.

In futuro, per le offerte che prevedono un prezzo variabile stiamo implementando un algoritmo che vada a stimare la possibile evoluzione del prezzo e fornisca una stima coerente con il livello di rischio del cliente. Questo si basa sul concetto statistico degli intervalli di confidenza. In altre parole, per un cliente più cauto effettueremo una stima della spesa annua più elevata che avrà minori probabilità di essere superata a consuntivo. Viceversa, un cliente più disposto a rischiare avrà una stima di spesa minore e più vicina al valore attuale del prezzo atteso, che però avrà più probabilità di rivelarsi più alta al termine della fornitura.

Inoltre, andremo gradualmente a inserire anche gli elementi qualitativi delle offerte. Ad esempio, è meglio un prezzo fisso più basso valido 12 mesi o uno un po’ più alto fermo per 3 anni? E se il secondo è il doppio del primo vale ancora la pena? Proveremo a rispondere a queste e molte altre domande tramite l’uso di tecniche statistiche di Conjoint Analysis.

In questa maniera, andremo a trovare l’offerta giusta per tutti, ritagliata su misura per ognuno dei nostri visitatori. Ciascuno avrà così la possibilità di bilanciare la convenienza economica con i servizi aggiuntivi, l’affidabilità del fornitore, la sicurezza del prezzo, ecc.